Browsing All Posts filed under »Cine-saggi«

CINESAGGI: Lev Manovich

maggio 18, 2009 di

0

Come già osservato, il problema oggi non è più creare l’immagine giusta ma trovarne una già esistente. Lev Manovich, Il linguaggio dei nuovi media, Edizioni Olivare, Milano 2002, p. 360 Annunci

CINEWRITER: Lev Manovich

maggio 18, 2009 di

0

Il cinema si è sempre basato sul campionamento: il sampling del tempo. Il cinema campionava il tempo 24 volte al secondo. Per questo possiamo affermare che il cinema ci ha preparato all’arrivo dei nuovi media. Bastava quindi prendere quella rappresentazione già discontinua e quantificarla. Ma questa è una fase puramente meccanica. Il cinema ha saputo […]

CINESAGGI: L’incontro tra Sembéne Ousmane e Jean Rouch

maggio 3, 2009 di

0

SEMBENE OUSMANE: Quando ci saranno molti cineasti africani, i cineasti europei continueranno a fare film sull’Africa? JEAN ROUCH: Dipenderà da molti fattori, ma per ora il mio punto di vista è questo; penso che portare l’occhio dello straniero sia al tempo stesso un vantaggio e un inconveniente. La nozione stessa di etnologia si basa sull’idea […]

CINESAGGI: Come le società ricordano di Paul Connerton

novembre 24, 2008 di

0

Dire che il cinema è un attività di registrazione significa isolare il carattere che lo distingue dal teatro. A teatro attori e spettatori sono presenti nello stesso tempo e luogo, tutto quel che vedono e sentono gli spettatori viene attivamente realizzato alla loro presenza di esseri umani oppure da attrezzature teatrali che sono anch’esse presenti. […]