Roberto Bolano
Roberto Bolano

I miti non muoiono mai. Soprattutto se hanno abbandonato questo mondo in maniera tragica e precoce. Roberto Bolaño è uno di questi personaggi che occupa un posto privilegiati in questo ese «Olimpo degli Dei» a cui noi mortali ci afferriamo con disperato bisogno, come se le pagine de «Los Detectives Salvajes» fossero state scritte per concederci il dubbio dell’eternità.

Molte pagine sono state scritte sulla vita e sull’opera di questo mito, classico moderno della letteratura universale, però con l’opera di Roberto Bolaño sempre si può dire l’ultima. Come se la sua feroce necessità di scrivere avesse contagiato tutti coloro che (si suppone) hanno qualcosa da dire sulla narrativa contemporanea, strano sarà quel giorno in cui non si farà riferimento al suo nome.

Il prossimo 27 novembre a Madrid alla Casa de América, gli sarà dedicata la Semana de Autor in collaborazione con la Agencia Española de Cooperación Internacional. Tavole rotonde, dibattiti, proiezione di un documentario inedito e altre performance che avranno come protagonista Bolaño, tra cui un recital di versi interpretato dalla cantante Patti Smith. Tutto questo realizzato grazie al lavoro di Ignacio Echevarría, amico di Roberto Bolaño.

Annunci