L’era tecnologica costringe a 130 licenziamenti in “USA Today”

Posted on settembre 1, 2010 di

0


Nel gruppo Gannet, editore del USA Today, la vedono arrivare. Il calo della metà degli inglesi pubblicitari in quattro anni e la nuova realtà tecnologica costringono la società a sottomettersi questo autunno ad una drastica ristrutturazione, che si tradurrà in una riduzione del 9% dell’organico (130 dei 1.500 lavoratori). E questo tenendo in considerazione di essere il quotidiano che genera più introiti nell’edizione cartacea. La distribuzione si aggirava intorno agli 1, 83 milioni durante il primo semestre, fronte ai 2,3 milioni degli ultimi tre anni.

Sarà l’assestamento più importante in tre decadi di storia della compagnia. Usa Today è in questo momento il secondo giornale più importante del paese. Il quotidiano è stato superato recentemente da The Wall Street Journal, proprietà della News Corporation di Rupert Murdoch, che sta affrontando meglio l’era digitale.

L’obiettivo principale di questa ristrutturazione è riorganizzare non solo il mercato del giornale, ma anche le funzioni della sua redazione, per adeguarsi e affrontare al meglio, dicono i suoi dirigenti, l’importanza crescente del consumo di notizie per via elettronica e contenere così la caduta degli introiti pubblicitari.

S.Pozzi, El Pais, domenica 29 agsto 2010

Enhanced by Zemanta
Annunci
Posted in: Uncategorized