CINEWRITER: Vàsquez Montalban su “Viaggio in Italia” di Roberto Rossellini

Posted on luglio 30, 2010 di

0


Viaggio in Italia di Roberto Rossellini

Viaggio in Italia di Roberto Rossellini

[…] Me duche, me puse el albornoz blanco de toalla y me dejé enguillir poir el Charles Eames, con un vaso se whisky en la mano, aunque ya era muy trarde y ninguna cadena de televisòn emitìa. Puse en el video Viaje a Italia de Rosellini y le quité la voz. Me bastaba con el paisaje del la presencia esplendida de Ingrid Bergman y el blanquinegro de los seres y las cosas. Rosellini consigue fotografar el todo y la nada que llevamos dentro y que tan prodigiosamente proyectamos al exterior, especialmente el Rosellini de la Bergman. Se nota que no podìa con aquella mujer. Entre ellos dos hay una quìmica evidentemente frustrada. La misma quìmica que se establecìa entre Carlota y yo.

p. 51

Feci una doccia, mi misi l’accappatoio bianco di spugna e mi lasciai assorbire dal Charles Eames, con un bicchiere di whiskey in mano, sebbene già era molto tardi e nessuna emittente televisiva trasmetteva. Misi nel videoregistratore Viaggio in Italia di Rossellini e gli tolsi la voce. Mi bastava con il paesaggio della presenza della splendida Ingrid Bergman e il bianco e nero degli essere e delle cose. Rossellini riesce a fotografare il tutto e il nulla che portiamo dentro e che così prodigiosamente proiettiamo all’esterno, specialmente il Rossellini della Bergman. Si nota che non ci riusciva con quella donna. Tra i due c’è una chimica evidentemente frustrata. La stessa chimica che si era stabilita tra Carlota e me.

Vàsquez Montalban, Cuarteto, Alianza editorial, Madrid, 1995.

Enhanced by Zemanta
Annunci
Posted in: Cine-writer, Frames