KILLINGTELEVISION: Resolution 819 di Giacomo Battiato (2008)

Posted on giugno 15, 2010 di

0


8000 uomini vengono deportati e trucidati ed interrati in fosse comini. I loro corpi, vengono poi riesumati e risotterati altrove sotto gli occhi dell’ONU. Questo accadeva a Serebenica nel 1995. Uno dei più grandi masacri avvenuti a qualche centianaia di chilometri dall’Italia. Se oggi sappiamo cosa è successo in quei giorni è soprattutto merito di un giovane ufficiale di polizia francese, Jacques Calvez. Il film di Giacomo Battiato ne ripercorre l’operato, dando risalto ad un pezzo di storia troppo spesso dimenticato.

Battiato è abile a trasportare la struttura del triller all’interno del film di guerra ed ancora più abile a strizzare l’occhio ai film di guerra che hanno inondato il nostro immaginario nei decenni passati. Strutture che però vanno in fumo quado ci accorgiamo che la storia che stiamo vedendo è realmente accaduta, ed è molto vicina a noi, sia nello spazio che nel tempo. Si viene allora scossi da un brivido di terrore al pensiero di quanto una guerra che ha portato migliaia e migliai di morti sulle sponde del mediterraneo sia stata così facilmente dimenticata e poco analizzata nel corso di questi anni zero. Battiato ci mette il suo operato, e fa un ottimo lavoro, rispolverando le ossa dei civili caduti in battaglai per collocarli nuovamente nelle nostra memoria.

Annunci