Basta apparire!

Posted on ottobre 19, 2009 di

0


Videocracy - Basta apparire di Erick Gandini (2009)

Videocracy - Basta apparire di Erick Gandini (2009)

Vista dall’interno l’Italia sembra un paese decadente. Vista con gli occhi di Erick Gandini, regista italiano naturalizzato svedese, sembra essere un paese già in decomposizione da diversi anni. In quattro storie Gandini osserva l’ascesa al potere di Silvio Berlusconi, il regno di Lele Mora, la fittizia favola di Fabrizio Corona (che si definisce un Robin Hood dei giorni nostri che ruba ai ricchi per dare a sé stesso)  e il percorso di uno degli incompresi di X Factor, uno di quelli che farebbe di tutto pur di apparire due minuti in televisione.

Il film non approfondisce nessuno degli aspetti drammatici apportati dalla “rivoluzione culturale”, a base di spogliarelliste  e idiozia, che le televisioni di Berlusconi da anni hanno innescato nel Paese e forse non è quello il suo compito. Lasciando solo la superficie piatta delle immagini televisive, infatti, il vuoto esistenziale emerge imperante, l’assenza si fa pesante e lascia trasalire un’atmosfera claustrofobica. E l’occhio del regista italo-svizzero può solo guardare questo mondo attraverso un punto di osservazione non privilegiato, imperfetto, scolorito e tremolante di una piccola telecamera. E forse è questo l’atto di ribellione più grande. Una forte presa di posizione nei confronti di una televisione troppo lustrata, artefatta, posticcia e iper-illuminata. Ed è proprio questo che piace del film.


Annunci